×
Apre il Forum di Physiolab Roma (15 Ott 2011)

Da oggi apre il forum sul nostro sito. Il forum è uno spazio libero e dedicato alle domande dei pazienti. Registrate la vostra utenza per inserire i vostri messaggi cercando di usare uno pseudonimo ed evitando di inserire informazioni dalle quali si possa far risalire l'identità dei pazienti. Risponderemo nei limiti del possibile a tutte le vostre domande.
Per doverosa informazione, si ricorda che la visita medica effettuata dal proprio medico abituale rappresenta il solo strumento diagnostico per un'efficace trattamento terapeutico. I consigli forniti in questo sito devono essere pertanto intesi semplicemente come suggerimenti di comportamento. Grazie per la collaborazione. Riccardo Lazzari

× Benvenuti su nostro Forum

Potete porre liberamente le vostre domande sulla fisioterapia, sulla riabilitazione e sulle possibili cure delle malattie delle articolazioni e delle ossa. Risponderemo a tutti nel più breve tempo pssibile. Per doverosa informazione, si ricorda che la visita medica effettuata dal proprio medico abituale rappresenta il solo strumento diagnostico per un'efficace trattamento terapeutico. I consigli forniti in questo sito devono essere intesi semplicemente come suggerimenti di comportamento

distorsione - edema spongiosa ossea/algodistrofia?

  • verogiu
  • Avatar di verogiu Autore della discussione
  • Offline
  • Fresh Boarder
  • Fresh Boarder
Di più
4 Anni 10 Mesi fa #391 da verogiu
verogiu ha creato la discussione distorsione - edema spongiosa ossea/algodistrofia?
Spett.le Physiolab Roma,

mi chiamo Veronica Giunta, sono una studentessa di 24 anni.

Vi scrivo per chiedere un consulto in merito ad una forte trauma distorsivo a carico della caviglia e piede sinistro verificatosi lo scorso 7 luglio.

Al momento del trauma indossavo dei tacchi molto alti e ho subito una distorsione ad inversione. Il dolore è diventato insopportabile dopo pochi minuti dal trauma ed è aumentato di intensità nelle ore successive, impedendomi di appoggiare il piede al suolo. Il gonfiore sebbene presente appariva di media intensità e non erano visibili ematomi.

Recatomi al pronto soccorso non è stata eseguita una lastra, ma è stato consigliato riposo e cura con anti-dolorofici per una settimana. Tuttavia benchè il dolore stesse diminuendo, il piede aveva perso notevolmente di sensibilità sia termica che tattile e avvertivo un formicolio e dolore pungende- quasi come delle lame in particolare sulla zona lesionata.

Dopo circa 10 giorni dal primo trauma ho subito un' altra distorsione - il piede infatti a causa della limitata sensibilià è ruotato innavertitamente mentre mi trovavo a casa. Recatami dal medico è stato eseguito un bendaggio funzionale e riposo. Durante i giorni seguenti ho evitato il carico totale, e quando il dolore sembrava migliorato ho provato a camminare normalmente in maniera graduale. Tuttavia dopo poche ore dal momento del carico totale prolungato il piede ha cominciato a gonfiarsi e ho cominciato ad avvertire un dolore intenso trafittivo e urente.Per giorni non ho potuto camminare e il dolore è rimasto contante ho pertanto eseguito un risonanza che ha riscontrato un diffuso edema della spongiosa ossea- in particolare nella zona del cuboide.

Dopo aver eseguito per un mese la terapia prescrittami dall'ortopedico consultato basato su riposo, antinfiammatori, fortilase e tecar e laser il dolore sembrava diminuare, nonostante avvertissi un senso di intorpidimento e formicolio e bruciore. Così mi sono recata a camminare sulla spiaggia, come prescritto dal fisioterapista con cui stavo eseguendo un programma di riabilitazione, tendando di caricare normalmente il piede, ma dopo aver camminato per circa cinque mnuti ho avvertito un forte bruciore e dolore che si è acutizzato nelle ore successive tanto da non riuscire ad appoggiare il piede. I sintomi sono come in precedenza dolore trafittivo, che tende ad acutizzarsi in particolare alla sera, gonfiore formicolio e bruciore(come avessi tanti aghi sotto al piede).

Dopo quasi due mesi non so più davvero cosa fare. Tra i vari pareri dei medici consultati, mi è stato suggerito che potesse trattarsi di algo-distrofia.
Mi chiedevo pertanto se potesse darmi dei suggerimenti su eventuali esami diagnostici da seguire e su un eventuale percorso terapeutico.

Vi ringrazio anticipatamente per la Vostra cortese disponibiltà.

Cordiali saluti,

Veronica Giunta

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
4 Anni 10 Mesi fa #393 da lazzari
lazzari ha risposto alla discussione distorsione - edema spongiosa ossea/algodistrofia?
Buonasera,
Le consiglio di recarsi presso la nostra struttura per effettuare una visita gratuita e senza impegno per poter valutare al meglio la Sua situazione e prendere visione della risonanza magnetica al fine di effettuare una diagnosi e impostare un protocollo riabilitativo adatto a Lei.
Di solito si interviene utilizzando inizialmente delle terapie strumentali anti infiammatorie e inserendo gradualmente terapie manuali e propriocettive per migliorare mobilità e stabilità dell'articolazione.
Distinti saluti.

Riccardo Lazzari
Fisioterapista Nazionale Italiana di Scherma
Physiolab Roma

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Moderatori: lazzari
Tempo creazione pagina: 0.160 secondi